Responsabili: Francesca P, Alice M.

Il gruppo di fotometria si occupa di studiare i principi base di questa disciplina che ha come scopo la misurazione dell’intensità della radiazione elettromagnetica (la luce) proveniente dal Sole e che entra nel Sistema Terra.

Tutta la attività di questo gruppo è seguita dal gruppo di ricerca dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (ISAC) del CNR di Bologna coordinato dal Prof. Vito Vitale.

Nel corso della spedizione alle isole Svalbard del Luglio 2016 verranno svolte alcune misure che verranno incluse nell’archivio dati del progetto GLOBE, il progetto divulgativo scientifico internazionale che riunisce migliaia di scuole in una unica rete di monitoraggio di parametri ambientali. I dati di RESEt sono accreditati a essere inclusi in questa rete grazie allo svolgimento di un percorso formativo previsto dal progetto e organizzato dalla rete GLOBE-Italia.

Che cos’è la fotometria?

La fotometria è una tecnica che abbraccia l’astronomia, la fisica e la chimica e che si occupa della rilevazione dell’irradianza solare diretta in arrivo sulla superficie terrestre. Con queste misurazioni possiamo ricavare informazioni sulla torbidità atmosferica e sull’influenza dei diversi fattori atmosferici sui processi di scambio radiattivo in atmosfera e sul clima del nostro pianeta. Infatti le misure di fotometria sono molto importanti per comprendere i meccanismi con cui l’energia luminosa entra e viene scambiata/trasformata nel sistema Terra.

Cos’è il fotometro solare?

Il fotometro solare è lo strumento principale che viene utilizzato in questa disciplina. Esso misura l’intensità della luce grazie ad un sensore alla fine di un tubo. La luce entrando nel tubo passa attraverso un filtro per poi essere diffusa all’interno dello strumento in modo da ricreare la situazione naturale esterna. Alla fine del tubo si trova un piccolo sensore che svolge le misure.

Il fotometro Globe

Noi useremo due tipi di fotometri: un fotometro del CNR e un fotometro-GLOBE e in particolare ci concentreremo sui dati rilasciati da due filtri: green e red. Il filtro green lascia passare luce di lunghezza d’onda pari circa a 500 nm, mentre il filtro red prevede una lettura pari circa a 700 nm.

Il fotometro CNR nella sua custodia

Il fotometro CNR nella sua custodia