sito

Italy-Flag-icon32La scienza è qualcosa che ci riguarda in prima persona, ma per capirla servono persone qualificate, che siano non solo in grado di comprenderne le varie sfaccettature, ma anche di divulgarla ai più giovani, agli studenti; poiché è il futuro di questo mondo in continua evoluzione.

PEI (Polar Educators International) è tutto ciò: una piccola, ma dinamica associazione formata da professionisti della divulgazione scientifica formale ed informale. Sono stimolati dalla necessità di cercare continuamente forme innovative di collaborazione tra scuola e ricerca scientifica.
La sua terza edizione si è tenuta a Rovereto, presso il liceo ‘Fabio Filzi’, dall’11 al 14 aprile 2017.
Questa iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma operativo FSE 2014 – 2020 della Provincia autonoma di Trento grazie al sostegno finanziario del Fondo sociale europeo, dello Stato italiano e della Provincia autonoma di Trento.
Al workshop hanno partecipato circa 70 insegnanti ed educatori provenienti da 15 paesi che hanno condiviso le loro pratiche didattiche che spiegano il ruolo e l’importanza delle ricerche scientifiche nelle regioni polari.
Sono intervenuti anche i direttori del WCRP (World Climate Research Program) di Ginevra dello SCAR (Scientific Committee for Antarctic Research).

Gli studenti erano non solo italiani, ma anche tedeschi, i quali hanno collaborato al fine di apprendere gli uni dagli altri, ma soprattutto per una buona riuscita dell’evento.

Dall’esito del workshop si ha ottenuto la sensibilizzazione generale all’importanza della conoscenza scientifica; che deve essere trasmessa su piano globale alle nuove generazioni.